9 Novembre 2013 Milano convegno: L’economia a misura d’uomo

giovedì, ottobre 31, 2013

A questo convegno non potevamo mancare, dato che è perfettamente in linea con l’economia del nuovo umanesimo che cerchiamo di divulgare anche grazie a questo blog.  Inoltre l’associazione Sat Italia  che lo promuove ci sembra molto vicino al progetto che portiamo avanti come Movimento Umanista e Partito Umanista che è un un percorso di auto-conoscenza, riconoscimento e sviluppo delle proprie qualità, e sviluppo evolutivo della persona i valori della nonviolenza, la comunicazione diretta, la libertà di scelta, diversità come ricchezza e senso nella vita.

Tra l’altro in questo convegno sarà presente Christian Felber che è l’ispiratore di “Economia del Bene Comune” di cui abbiamo già parlato in questo blog e che abbiamo ospitato , grazie a Günther Reifer ,in un nostro workshop nel Giugno del 2012.

 

Christian Felber conferenza

Christian Felber conferenza foto flickr utente gruenelinz

Di seguito alcune domande che ci si pone questo Convegno:

L’economia è al servizio dell’uomo o l’uomo è al servizio dell’economia?
E’ possibile uno sviluppo al di fuori dello schema della crescita?
Lo sviluppo riguarda le cose o l’uomo?
L’economica può prevalere sul rispetto per la vita?
Superati i limiti sopportabili dalla sfera ambientale e sociale, quali sono i criteri fondativi di un nuovo modello di evoluzione economica e sociale?

Il 9 novembre 2013 a Milano, l’Associazione Sat Italia, in collaborazione con Think More About, organizza una giornata di seminari sul tema L’ECONOMIA A MISURA D’UOMO, con la partecipazione e la supervisione di Claudio Naranjo.

L’indirizzo è Centro Congressi Fondazione Cariplo Via Romagnosi, 8 Milano, e in calce a questo post potete scaricare la locandina della manifestazione. La partecipazione alla manifestazione comporta il versamento di un contributo volontario, di almeno 20 euro a persona, a copertura dei costi vivi.

Ecco l’elenco degli interventi: 

9.00 Registrazione

9.30 Introduzione – Thomas Miorin

9.45 Una retrospettiva “umanista” della storia economica – Federico Aguilera Klink

10.15 Uomo, società, economia – Claudio Naranjo

11.00 coffee break

11.20 Verso un’economia che promuove il bene comune – Christian Felber

11.50 L’esperienza del mondo cooperativo e le nuove sfide Felice Scalvini

12.30 Tavola Rotonda:Federico Aguilera Klink, Christian Felber, Claudio Naranjo, Felice Scalvini

13.30 pranzo

14.30 Esperienze di economia a misura d’uomo

  • Organizzazione circolare in un’azienda padronale, Hanspeter Dejakum, Loacker
  • La trasformazione di un’azienda, Michil Costa, Hotel La Perla
  • La finanza per il non profit, Marco Morganti, Banca Prossima
  • L’esperienza argentina della demonetarizzazione dei rapporti economici, Cecilia Hecht, Bioecon

16.40 coffee break

17.00 Indirizzare e supportare un cambiamento verso una nuova economia: due esperienze a confronto: Günther Reifer, Terra Institute e Eric Ezechieli, Nativa

17.30 Final remarks, Claudio Naranjo

Depliant_Economia a misura d’uomo_web

Per informazioni: Associazione SAT Italia – Segreteria Convegno

Mail: convegno@satitalia.it

Telefono: +39 347 5854294

Iscrizioni on line: http://economiaumanista.eventbrite.it/

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Leconomia-a-misura-duomo-9-Novembre-2013-Convegno-Milano/547096745339128

Altre Informazioni:
Il movimento della green economy ha tentato di avviare un percorso di armonizzazione tra economia e natura. Non si è ancora avviato tuttavia un reale processo di umanizzazione dell’economia.

La crisi economica evidenzia una crisi più ampia. La crisi civile e sociale di un sistema che ha fondato il suo sviluppo nel paradigma della crescita, dello sfruttamento delle risorse, del consumo. La scienza economica ha dimostrato il suo fallimento sia nella mancanza di un’ampia visione dei bisogni, sia nella ricerca di soluzioni ai danni creati.

Il convegno riunisce esponenti di spicco del mondo dell’economia, della cooperazione, delle scienze psicologiche e sociali attorno ad una possibile human economy basata sulla consapevolezza, sulla comprensione e sul coraggio di includere la dimensione della solidarietà e della condivisione. Un processo di umanizzazione dell’economia che ove applicato ha saputo indicare, come dimostrano i casi presentati, una via d’uscita dalla dominante razionalità della cieca competizione economica verso modi di vivere e di lavorare più sani.

Lascia un commento

*