The day after tomorrow della fine di questa economia

mercoledì, luglio 13, 2011

In questi giorni si è sentito parlare diversi parlamentari italiani del limitare o combattere la speculazione finanziaria, incredibile detto da loro…

Ma vediamo di mettere luce perché è un problema la speculazione finanziaria.

[…]Il profitto non destinato ad essere reinvestito nell’azienda, non diretto alla sua espansione o diversificazione, prende la via della speculazione finanziaria. E la stessa via della speculazione finanziaria la prende il profitto che non crea nuovi posti di lavoro. Di conseguenza, la lotta dei lavoratori deve obbligare il capitale a raggiungere la sua massima resa produttiva. Ma questo non potrà diventare realtà senza una compartecipazione nella gestione e nella direzione dell’azienda. Altrimenti, come si potranno evitare i licenziamenti in massa, la chiusura e lo svuotamento delle aziende? Il vero problema sta infatti nell’insufficienza degli investimenti, nel fallimento fraudolento delle aziende, nella catena dell’indebitamento, nella fuga dei capitali, e non nei profitti che potrebbero derivare dall’aumento della produttività[…] (Documento Umanista, Capitolo I Il Capitale Mondiale , 5 Aprile 1993, Silo)

L’economia che sta finendo è quella della speculazione finanziaria, perché semplicemente non è economia, è una forma nuova di schiavismo e ci sta portando al baratro, il questo senso “The day after tomorrow”, perché siamo molto vicini all’esplosione di questa economia e serve avere pronta una economia percorribile per l’umanità , perché gli speculatori e tutti i complici che hanno traghettato questi parassiti non ne hanno pronta un’altra percorribile per l’umanità…

Ecco in questo blog si farà luce sull’economia umanista che è una economia per il genere umano ,degna del nome che porta, e che ci può traghettare verso un futuro degno, si approfondirà molto e anche si semplificherà molto.

L’obiettivo di questo blog è che l’economia sia alla portata di tutti e che tutti diventino costruttori dell’umanizzazione dell’economia.

Se sei interessato a collaborare come volontario puoi contattarci.

Lascia un commento

*