prima bozza di sintesi del secondo Summit MMT di Rimini Ottobre 2012

martedì, ottobre 30, 2012

Come annunciato in un nostro post e dai nostri twitter live abbiamo partecipato al secondo Summit MMT di Rimini del 20-21 Ottobre 2012, ci sono molti amici che ci hanno chiesto di fargli sapere come è andata, a tale scopo pubblico la mia bozza di sintesi frammentaria.

Al summit MMT si sono affrontati anche altri temi e in maniera più approfondita, nella mia sintesi mi sono segnato sono quelli che probabilmente mi hanno maggiormente colpito e che ho potuto digerire e fare in qualche modo miei.

Mi ha molto colpito la semplicità con cui si è fatto svanire moltissimi dei timori iniettati dalla propaganda dei media che sono inconsistenti, anzi spesso sono quasi una presa in giro paradossale come il nobel della Pace alla EU.

Mi ha molto colpito anche la vicinanza delle conclusioni della MMT che arrivano su molti punti a coincidere con il nostro modello Sociale ed Economico che chiamiamo Economia Mista, in particolare ha coinciso la priorità verso l’Educazione che deve essere pubblica , garantita e di massimo livello , del fatto che le banche devono avere una funzione sociale, ovvero senza interessi, sulla priorità verso ai bambini, sul ruolo dello Stato che deve fare sparire la speculazione finanziaria, sul fatto che ognuno con il programma di lavoro garantito avrà la possibilità di lavorare e/o studiare , esprimendo anche la sua vocazione, non dovendo fare solo lavori di cui ha bisogno il mercato, ma lavori che hanno un’utilità sociale.

Prima bozza frammentaria della Sintesi:

Quello che il fisco vuole acquista valore perché può contare sull’uso della violenza dello Stato. Imporre una valuta per potere pagare le tasse crea le condizioni perché ci possa essere la disoccupazione. Uno Stato ha due modi per eliminare la disoccupazione può dare lavoro a tutti o diminuire le tasse.

Lo Stato si suppone che nasca con uno scopo pubblico , per assolvere a questo scopo deve fare funzionare le infrastrutture per la viabilità,la sanità , l’educazione, la legislazione , l’esercito, l’apparato legale, etc… e per fare funzionare tutto il suo apparato ha bisogno di personale , di risorse naturali, mezzi, etc…

Come fà uno stato a procurarsi i beni e servizi di cui ha bisogno? Una volta usava gli schiavi, oggi facciamo finta di essere più civili, abbiamo un sistema monetario…

Per procurarsi i mezzi deve imporre una valuta che nessuno possiede, le persone per pagare le tasse in tale valuta devono procurarsi un lavoro, altrimenti rimangono disoccupati. Lo Stato quindi da lavoro a queste persone che ha reso disoccupate, in questo modo dispone delle risorse umane oltre di quelle naturali.

Perché lo stato deve rendere disoccupati più persone di quante possa occupare? Questo è un tragico errore, è crimine verso l’umanità, questa è un frode è innocente perché non si capisce il sistema monetario, anche se poi non sono così innocenti…

Origini dell’ MMT

L’origine dell’mmt e’ il Cartalismo, a partire dal 1895.

Le origini contemporanee partono dal 1994-1996 quando incontrandosi prima Forstarter con Warren Mosler , tramite una studentessa di Forstarter, fondarono il c-feps e poi con l’aggiunta di Stefany Kelton e Randal Wray che scrisse un libro comprensibile anche per i non accademici , nel 1998 usci’ il libro “Understanding Modern Money”.

Anche Alain Parquez frequento’ questo gruppo iniziale della MMT.

Effetti dimostrativi sul funzionamento delle tasse e della moneta.
All’ UMKC Universita’ del Missuri – Kansas City dove lavora Forstarter hanno tassato gli studenti con 5 banconote da un’ora l’una di servizi sociali, gli studenti per procurarsi queste banconote devono prestare servizi sociali.
I compiti dati agli studenti sono quelli classici di studio ma inoltre gli viene chiesto di fare dei servizi e attività di utilità sociale, che vengono conteggiati con le banconote da una ora di servizio sociale.
Succede che gli studenti si tengono queste banconote o le perdono, per cui non tornano mai tutte queste banconote,  ogni anno quindi se ne devono stampare di nuove,ma questo non ha cambiato il valore di queste banconote

L’obiettivo della tassazione e’ forzare l’uso della moneta da parte della popolazione.
Le conchiglie venivano usate come valuta in società’ africane e di altre latitudini, come la moneta servivano per pagare le tasse.

Disoccupazione in Germania e Francia ( fonte Parquez)
La disoccupazione reale era nel 2006 del 38% nel 2012 del 50%, quando si parla di disoccupazione reale si intende quella calcolata considerando come non occupati coloro che lavorano meno di 18 ore settimanali o che pur lavorando queste o piu’ ore non raggiungono una retribuzione che gli permette di sopravvivere, infatti in molti casi i giovani anche laureati ricevono un piccolo rimborso spese in cambio del loro lavoro…
Nonostante in Germania si conteggia la disoccupazione al 7% e in Francia al 8% i dati reali sono quelli esposti precedentemente.
Stiamo assistendo ad un panorama paradossale dove i media si lamentano che la gente non ha voglia di lavorare, che lavora troppo poche ore, o che i giovani sono schizzinosi e contemporaneamente le viene imposto di lavorare ricevendo un salario insufficiente per vivere oppure non gli viene proposto alcun sbocco lavorativo.

Tra questi neo-feudalisti che hanno spinto per l’unione europea c’erano varie famiglie tra cui quelle che storicamente avevano in mano le acciaierie come la famiglia KRUPP, che in altre epoche hanno finanziato regimi.
La Grecia deve pagare il 18% di tasso di interesse ( più di quanto pagasse l’Indonesia nei periodi peggiori), i tassi di interesse non stati mai cosi’ alti, in quanto gli Stati non hanno piu’ controllo su di essi. I gruppi finanziari possono imporre agli Stati i tassi che vogliono.  Paradossalmente i dividendi delle banche sono molto alti nonostante le economie sono allo sfascio.

Dalla moneta unica alla moneta sovrana (Lira)
Con la lira l’Italia prima doveva spendere, quindi fare circolare la moneta, e poi poteva raccoglierla con le tasse.
Con l’euro l’Italia deve invece prima prendere a prestito dalle banche e dalla BCE e poi puo’ spendere.
La BCE crea moneta dal nulla, come lo facevano gli Stati, e’ lei il Governo, gli Stati li hanno trascinati nel settore non governativo. La BCE potrebbe quindi finanziare a deficit gli Stati, come un super-stato sovrano, ma non la ha fatto ed invece sta spingendo verso l’austerità creando un disastro.
Non basta tornare alla sovranità monetaria dello Stato, bisogna anche lo Stato tenga un certo Deficit altrimenti se lo Stato continua a puntare al pareggio di bilancio si convertirà in un Non Stato.

I Primi passi della Lira
Il governo deve annunciare che le tasse saranno pagate nella nuova lira. Allo stesso tempo il Governo dirà che farà tutti i pagamenti in lire.
Sino a quando il Governo non inizierà’ a spendere le lire (inizialmente ci potrà’ essere una penuria di lire, perché saranno difficili da trovare), per procurarci le lire  potremmo decidere di vendere  gli Euro ed acquistare le Lire al tasso di cambio o vendere beni o servizi per avere lire.
Le condizioni iniziali della lira saranno che varrà molto perché sarà molto scarsa, lo stesso è accaduto per l’Euro.
Cosa accadrà per i conti in banca? non sarà necessario convertirli subito, i depositi in lire saranno assicurati.

Ed i debiti in Euro? Verranno gestiti a tempo debito, il governo deciderà’ cosa fare dopo le apposite delibere , il governo avrà’ mano libera. Lo stesso accadrà’ per i debiti esteri.
I tassi di interesse dovranno essere a 0% , come per il Giappone, che ha una valuta forte ed una inflazione bassa.

Il mito dell’inflazione
Rispetto all’inflazione è molto difficile indurla.
La banca del Giappone cerca da tempo di creare inflazione nel suo Paese , lo stesso sta cercando di fare la FED negli USA e non riescono a fare inflazione. Lo stessa  BCE anche quando ha creato recentemente 1 bilione di euro non ha creato inflazione.
L’inflazione arriva non dalla banca centrale.
La disponibilità’ delle lire che avremo ci sarà perché lo Stato avrà speso più di quanto ci chiederà in tasse, altrimenti non avremmo in tasca neanche una lira.
Nelle banche centrali ci sono i conti delle banche.
I contratti privati vengono rinegoziati in lire, tutto quello che lo Stato comprava in Euro, deve rinegoziarli in lire.
Posti di lavoro a salario minimo dignitoso, di transizione, che lo Stato fornirà questo in questa fase, saranno pagati in lire.
Servirà un deficit abbastanza elevato, ognuno avendo un salario inizierà a spendere per la sua qualità della vita e questo permetterà alle aziende di rivitalizzarsi ed espandersi e questo darà nuove opportunità di lavoro.

Le Banche sono per statuto pubbliche
Ci possiamo accollare l’insolvibilità delle banche?  Gli azionisti perdono tutti i soldi prima di tutto.

Con tutti i mutui e conti di queste banche fallite lo Stato cosa ne puo’ fare?
Le Banche , anche quelle cosiddette private sono in realtà pubbliche, hanno uno statuto pubblico, sono enti pubblici quanto un esercito. Le banche esistono con uno scopo pubblico, con i depositi assicurati, la gente comune non sa in quale banca lasciare i propri soldi con la certezza che siano al sicuro. Per questo i governi devono assicurare i conti.
Nella speculazione non c’é un obiettivo pubblico. Le banche devono operare nell’ interesse pubblico. Il lavoro di transizione e il deficit di bilancio dovrà essere allineato a potere finanziare il lavoro.

Il salvataggio delle banche fallimentari non e’ la priorita’ perche’ la priorita’ e’ la piena occupazione che pero’ verrà’ compensata dal lavoro di transizione. Per cui non sarà possibile alcun ricatto con la minaccia che i lavoratori perdano il posto, perché avranno possibilità di accedere al programma di piena occupazione.
Potete tenere i vostri mutui in euro o farli convertire in lire, tenendo conto del tasso di cambio.

Il bilanci pro-ciclici significa che tagliano la propria spesa e aumentano le imposte durante una crisi economica, quando invece dovrebbero compensare ed aumentare la spesa(deficit) e ridurre le tasse.
Cioè quando l’economia si raffredda bisogna aumentare deficit e diminuire le tasse.

L’unita’ di misura non e’ l’ oggetto che si misura. Il denaro è un unità di misura dell’oggetto che sono lo scambio di beni, servizi, risorse,conoscenze.

I titoli di Stato

In uno Stato sovrano la vendita dei titoli di stato viene fatta per drenare l’ eccesso di riserve create dalla propria spesa a deficit e serve per mantenere bassi i tassi di interesse. Pressione verso il basso del tasso di interesse.

Il deficit in realtà’ porta alla diminuzione dei tassi di interesse.
La vendita dei titoli di Stato avviene dopo, e serve per drenare liquidità, per alzare il tasso di interesse, e quindi serve da regolatore del tasso di interesse. Esiste quindi un conto per il mantenimento del tasso di interesse IRM.
La finanza disfunzionale e’ quella che genera distruzione verso l’economia reale e alle vite delle persone.

La prima nota: Il debito pubblico e il surplus privato

Si parla di debito pubblico come se non ci fosse un attivo corrispondente, un surplus corrispondente. Quindi dire deficit pubblico e’ come dire surplus non governativo ,ovvero surplus di  famiglie, aziende dello stesso Stato che le famiglie, le aziende e i governi esteri.
I Deficit creano risparmio nel settore privato, se si riduce il deficit pubblico bisogna ridurre il surplus privato.
Questo debito nella partita doppia dove risulta nel passivo o nell’ attivo?
Una volta raggiunta la piena occupazione il debito non deve aumentare perche’ la capacita’ economica non potrebbe seguire l’aumento di liquidita’.
Il debito pubblico non e’ un peccato ma una necessita’.

Storicamente la vendita dei titoli di Stato, era il metodo che lo Stato aveva di trattenere l’oro nei propri caveau, quando ancora la moneta aveva bisogno del controvalore in oro. Con i Titoli lo stato cercava di fare in modo che le persone non prelevassero l’oro e cercava di fare in modo che rimanesse nei cavau della banca centrale.
La proposta di Warren e’ quella di non avere titoli di Stato, non servono, non hanno più necessità di esistere, i tassi di interesse vanno tenuti a zero.
Cosa servono i tassi di interesse? Cosa succede? Se lo Stato offre il tasso di interessi al 5%, le banche a quel punto alzano i tassi di interesse a loro volta. Se la banca centrale offre tasso di interesse a zero percento, anche le banche a quel punto offriranno tassi tendenti a zero ( in uno Stato sovrano sulla propria moneta).Perche’ i tassi di interesse devono rimanere a zero?
Lo Stato spende a deficit in servizi e strutture invece che pagare alti tassi di interesse, cosa che negli anni 80 faceva per arricchire i propri cittadini, in questo modo si migliorano i servizi sociali e le infrastrutture, la ricerca. Spendendo a deficit  dando tassi di interesse alti, fornisce liquidità ai cittadini ma non migliora i servizi sociali ed infrastrutture.

Inflazione
Veniamo alla definizione di Inflazione che e’ un aumento improvviso e persistente dei prezzi.
Lo stampare soldi in se, come conservarne in un caveau, non condiziona l’economia , infatti la moneta per esistere deve essere data, spesa, deve circolare.

L’ Occupazione garantita da maggiora stabilita’ ai prezzi.
Per avere occupazione garantita serve che quella pubblica sia contro-ciclica a quella privata.

I 10 punti virtuosi del Programma di occupazione garantita (OG) non ha effetto inflazionistico anzi stabilizza i prezzi
n1. assicura la giusta proporzione dei deficit sino alla massima occupazione, la politica fiscale può essere utilizzata per ottimizzare le dimensioni del programma di occupazione garantita e promuovere la stabilità dei prezzi.
n.2 può essere utilizzato per i lavori pubblici o nello sviluppo delle infrastrutture che può promuovere la crescita di produttività del settore privato
n.3 Mantenendo attivi le persone si evita che perdano le proprie competenze
n.4 Riduzione dei costi sociali ed economici della disoccupazione ( crimini, salute, abuso di droghe)
n.5 Gli altri costi sociali possono essere ridotti grazie ai risultati ai risultati del OG , dacendo lavori utili alla comunita’ si migliora la qualita’ della vita
n.6 Si risparmia sui sussidi di quelli che lavorano presso il pubblico
n.7 E’ meno inflazionistica dei sussidi di disoccupazione perchè fa aumentare sia la domanda aggregata che l’ offerta aggregata, mentre i sussidi immettono soldi solo verso sulla domanda aggregata
n.8 Strozzature inflazionistiche e rigidità’ strutturali saranno raggirate
n.9 Le aziende possono continuare a mantenere le capacità di riserva, mentre viene garantita la piena occupazione
n.10 salario di base essendo fissato dal Governo tramite l’OG sarà un riferimento stabile  per il lavoro che verrà ancorato al valore della moneta.

Il programma di piena occupazione favorisce la stabilita’ dei prezzi.

Piena Occupazione o Caos

Importazioni Esportazioni
Qualsiasi Paese compra il petrolio nella propria valuta, quindi lo potrà fare anche l’Italia
La Lira esiste solo nei conti della banca centrale Italiana, come il dollaro in quelli della FED.
La fuga di capitali significava scappare con i lingotti d’oro.
Qualsiasi cosa potrà essere acquistata in lire , compreso il lavoro.
La lira e’ il credito fiscale.
L’inflazione non e’ l’adeguamento del valore della valuta ogni tanto, l’inflazione e’ un aumento improvviso e persistente dei prezzi.

In che cosa consiste un attacca speculativo? di solito non accadono con il cambio variabile.
Gli attacchi sono sempre stati su moneta a cambio fisso.

Forstater
Piena Occupazione
E’ buona cosa sia per i lavoratori che per le aziende
La piena occupazione stabilizza le aspettative delle aziende.
Gli investitori investono volentieri in quanto la domanda rimane stabile.
Piena occupazione favorisce il percorso scolastico, in quanto i figli possono completare il proprio percorso scolastico.

Rispetto all’affrettata conclusione a cui arrivano i critici per cui sono preoccupati che con la MMT verrà fatta spesa infinita. Quando diciamo che il governo non avra’ mai problemi di limiti di spesa intendiamo, così come si intende che alla polizia non mancheranno mai i proiettili non significa che deve sparare su tutti.

Proposte contro la corruzione?

Costringere le banche ad avere la funzione pubblica che dovrebbero avere, chiude i margini di corruzione. Togliendo i titoli del tesoro eliminiamo un’ampia fascia di corruzione.
Tra quei lavori che non si potranno più fare ci saranno quelli dei broker, che non dovranno più’ sforzarsi, il mondo sarebbe molto più’ prospero, senza la fuga di cervelli verso la finanza, il mondo sarà migliore.
La struttura finanziaria è gia’ obsoleta e non serve a nessuno, senza questo settore finanziario non avremmo il cancro, problemi energetici, etc…-
Il settore finanziario e’ un parassita dell’economia reale.
L’Incapacità dello Stato di bloccare le banche ha permesso la proliferazione degli Squali.

All’unificazione della Germania fecero il cambio ad uno ad uno con grande deficit.
La Germania in questi 10 dell’Euro ha fatto una politica di spesa interna molto bassa, puntando a molta esportazione, per tenere basso il tasso di cambio compravano molta moneta estera.

Con le ultime direttive dell’ unione europea i Paesi dell’ Eurozona non possono più  comprare i dollari per svalutare l’euro rispetto al dollaro, l’euro sale e diminuiscono le esportazioni, dagli altri Paesi comprano meno perchè il cambio con l’euro è per loro sfavorevole. quindi l’esperimento europeo ha tutti gli svantaggi.

Possibile prosperità’ senza finanziamenti ne esportazioni?
Deficit di bilancio e’ troppo basso, piu’ spesa pubblica, minor tassazione.
Tutti i leader pensano che bisogna ridurre il deficit.
I vostri risparmi sono troppo bassi, non avete abbastanza reddito, non avete abbastanza soldi.
Non si riesce aumentare il deficit, per l’unione europea non potete aumentare il deficit, serve una garanzia dalla BCE, altrimenti gli speculatori vi attaccano.
I finanziamenti non sono piu’ un ostacolo per la BCE, ma nonostante questo continuano ad imporre l’austerita’.
Diminuire le tasse e fare piu’ opere pubbliche fara’ in modo che le persone spendano.
I leader devono capire che bisogna fare defict(spesa), ma a questo non sono pronti.

Abbiamo delle esportazioni? Servono solamente per pagare le importazioni. E’ buono fare degli scambi, ci specializziamo, quelli che si occupano dei malati si occupano di tutti i malati. L’ IVA e’ un tassa di restrizione sugli scambi di queste specializzazioni, e’ una restrizione sul commercio, e’ il tipo sbagliata di tassa (in un economia già fredda), che frena gli scambi. Se gli scambi sono già freddi bisogna diminuire l’IVA per scaldare gli scambi…
Anche nel caso estremo si puo’ avere una stabilita’ interna senza scambi verso l’estero.

Stabilizzazione fiscale automatica e’ l’aumento della tassazione quando aumentano i profitti.
Il deficit attuale lasciato cosi’ gia’ sarebbe sufficiente per fare in modo che lentamente l’economia si solleverebbe, ma riducendo il deficit, come imposto dal Fiscal Compact, produrranno il disastro.

Parquez:
Stanno distruggendo l’economia e la cultura usando i valori cattolico-reazionari del medio-evo
La trappola dell’euro è che l’euro sembra  l’unica cosa che funziona, invece e’ stata l’unica causa.
Pultroppo questo fa si che le persone continuano a volere l’euro. Il Grecia la gente preferisce che i Governi cambiano e che i loro soldi li gestiscano i tedeschi.
Le aspettative sono bassissime, per cui anche piccoli miglioramenti vengono appresi come grazia.

Sopravvivenza delle aziende

Il Governo puo’ concedere dei crediti fiscali, un credito d’imposta (per l’energia verde per esempio),
per esempio prendete 1000 euro di credito di imposta, e togliete dalla tasse da pagare. I crediti possono essere venduti a terzi, se avete un credito di 1000 e lo vendete ad un’ altra azienda il valore rimane pressoché identico, diventa 990.
Le aziende potrebbero usare un credito di imposta invece che usare euro per pagare istruzione, sanità pubblica, l’educazione. Con i crediti di imposta prima si spende e poi si paga, è come se fosse una obbligazione che può essere usata per pagare le imposte.

Perchè l’Italia dovrebbe fare tutto ciò? Il problema e’ la leadership politica, si considera come una spesa che incide sul deficit, viene messo come negativo.

I bambini il più importante investimento
Senza bambini cosa valgono gli investimenti? e’ l’investimento degli investimenti, quando uno vuole mettere al mondo dei figli invece si chiede “ce lo possiamo permettere?” Invece di vederlo come l’ INVESTIMENTO DELL’ UMANITA’  per il futuro lo vediamo come un costo. Tutte le spese sono eccessive e quindi i bambini sono fuori mercato,le percentuali di natalita’ stanno diventando negative. Abbiamo inventato un sistema monetario che ci sta portando all’estinzione!!!

I bambini devono tornare ad essere un investimento, i bambini servono un obiettivo pubblico, il continuo della specie, per questo è necessario il sostegno pubblico verso i bambini, con adeguati incentivi.
La priorità deve essere l’educazione.
Paradossalmente invece si taglia l’istruzione per accumulare i soldi per dopo… L’unica cosa che ci serve per il futuro e’ proprio l’educazione.

Cosa puo’ imparare l’Italia dall’esperienza Argentina?
Il Pesos Argentino era stato fissato 1 a 1 con il dollaro , era come se usassero il dollaro, la banca Argentina non poteva stampare dollari. Dovevano esportare ed essere pagati in dollari, o importare capitale netto.
L’Argentina era in rapporto con l’FMI che dava indicazioni direttamente tramite il presidente e governo, le privatizzazioni, deregulation della finanza, tagli, ed altro , tutti questi principi ideologici utilizzati in Argentina li stanno usando da noi.

Per controllare l’ iperinflazione che era del 5000% si fece questa cosa del cambio fisso.
Invece che l’ oro bisognava avere riserve in dollari. Due e terzi in liquidità, un terzo da obbligazioni in dollari. Privatizzavano beni pubblici, poi li vendevano per acquisire dollari.
Quando l’economia va bene i limiti del sistema a cambio fisso non sono evidenti, quando arriva la crisi emergono i problemi di cambio fisso. Mantenere il cambio fisso va a scapito dell’economia nazionale, le politiche di intervento del governo sono molto limitate.
Questo ha danneggiato moltissimo l’economia degli anni 90 , anche per Messico, Russia, le crisi economiche rivelano le problematiche dei sistema a cambio fisso.
L’Argentina entrò in recessione nel 1998 , ci sono stati morti in sommosse, verso la fine del 2001 sospese il pagamento dei propri debiti, decise di rompere il cambio contro l’opinione del FMI e del comitato che aveva istituito il cambio fisso.

Dopo questo periodo di fedeltà ai dictact dell’FMI la poverta’ era cresciuta in modo sostanziale, anche la disoccupazione, etc...
Invece con l’interruzione del pagamento del debito e la scelta dello Stato di aumentare il deficit l’fmi prevedeva il disastro, nei primi tre mesi circa sembrava che potesse avere ragione, ma dopo un breve periodo di adeguamento iniziale, l’economia riprese a crescere, negli anni successivi l’ Argentina ha sperimentato un tasso di crescita del 8% annuale.

Nonostante che la propaganda dell’ideologia del capitalismo sostenga che lasciare la gente nella precarietà la stimola a produrre e ad darsi da fare, i risultati del censimento fatto su di una buona fetta delle persone coinvolte nel programma JEFES certifica l’opposto.
Per la stragrande maggioranza dei partecipanti al programma, fare questo lavoro tramite JEFES, dava sopratutto l’opportunità di fare qualcosa di utile per la società e dall’altra erano contenti del programma.

Tre raccomandazioni dell’MMT:
1 default sul debito estero ( con negoziazione del debito futuro da pagare )
2 incremento sul salario minimo
3 programma sulla piena occupazione

La “piena occupazione e la stabilità dei prezzi” era un articolo che lesse il ministro del lavoro argentino (Daniel Kostzer)  nel 2002, per questo contattò Forstarter per farlo venire in Argentina come consulente.
In tre mesi l’Argentina riusci’ a sviluppare il programma con il 5% della partecipazione al programma.

L’FMI prevedeva un disastro come gli economisti main-stream.
L’FMI affermava che l’Argentina avrebbe pagato un grande prezzo per il default, prima del default l’Argentina era concentrata sull’austerità , sul rigore e sulla credibilità. ( le stesse paroline che usano con noi)
L’Argentina ha resistito alle pressioni dell’FMI che voleva che sospendesse il programma.
Tutte le stime dell’ FMI sia quelle che prevedevano un disastro e sia quelle successive in cui prevedeva una lenta crescita furono sempre sbagliate e la crescita fu tra le piu’ alte del mondo, intorno al 9% annuo.

Il programma JEFES , non sfruttava al massimo il programma di piena occupazione.
Il programma prevedeva 150 pesos al mese ad un capo famiglia in cambio di un minimo di 4 ore al giorno.
I posti di lavoro erano in forma di servizio alle comunità , manutenzione, piccole costruzioni,inserito in programmi di formazione per completare l’istruzione.
Nel piano completo della piena occupazione l’istruzione e’ considerato un lavoro.

Le priorità della piena occupazione
Sono attivita’ non a scopo di lucro e per questo hanno maggiore flessibilità, perché le aziende private sono obbligate a scegliere una certa tecnologia o risorsa per massimizzare gli utili o lo quota di mercato.
I programmi di piena occupazione possono fare uso di tecnologie meno nocive all’ambiente, possono evitare di sfruttare l’ambiente. In un’economia con forte disoccupazione perché dovremmo stare a risparmiare sulla forza lavoro?
L’obiettivo e’ impiegare tutta la forza lavoro e non minimizzarla.

Posso usare un’economia dove la priorità e’ il “bene comune”. Perché il mercato dovrebbe essere l’unico fattore che definisce il valore di un lavoro?
Il tuo obiettivo come Stato con l’OG è dare spazio, mettere all’opera questi talenti, non devi essere un super talento ad alto rendimento economico per lavorare nell’ OG.
Nel programma completo c’e’ l’ accesso a tutti al programma, quella del programma argentino aveva restrizioni: era limitato al capo famiglia con figli di meno di 18 anni o  un disabile od una donna incinta, un solo partecipante per famiglia. Incise sul deficit per l’1% sul pil e coinvolse il 5% del Paese.
Gia’ dopo un anno 57.000 posti di lavori vennero creati anche nel privato.

I limiti del jefes rispetto al programma completo:
non e’ davvero universale
la retribuzione non e’ sufficiente per vivere
la componente educativa troppo bassa

Segnalazione di corruzione fu molto bassa
Ovviamente ci sono sempre persone che vogliono sfruttare la cosa.

Lezioni per l’Italia.

Sessione domande  e risposte:

La MMT è un teoria per tenere il livello alto il livello di consumo?
Assolutamente no! Molto più’ sostenibile perché il programma di lavoro parla sopratutto di servizi. Ci hanno sempre detto che non ce lo potevamo permettere, invece ora possiamo permettercelo. Non stiamo parlando di piu’ cose , ma di più di qualita’ della vita e più educazione e sanità per tutti. Nei consumi si intende anche la cultura , andare a Teatro.
Parquez: La corruzione vera e’ quella della mente e del corpo.

La sinistra propone la tassazione dei ricchi.
Quale sono i problemi del Paese? La disoccupazione e’ una mancanza del Governo che non spende abbastanza soldi e fa si che la gente non spende e che neanche può pagare le tasse.
Spese diverse in imposte diverse generano situazioni diverse, se si tassano i ricchi e si aumentano le spese l’economia andrà meglio. In se tassare maggiormente i ricchi non risolve il problema di fondo dell’economia attuale. E’ l’aumento delle spese dello Stato che devono aumentare. Il tema e’ la distribuzione dei consumi. Se una vecchia signora con 2 milioni in banca decide di far disboscare una foresta per fare il perlinato della sua villa a 4 piani, questo si che è problema.

Cosa puo’ fare l’MMT per riconvertire i lavori?
Rispetto ai settori morenti dell’economia i lavoratori passando dall’esperienza del programma di lavoro che include la formazione e possono essere formati per i nuovi settori emergenti continuando anche durante la formazione ad avere una retribuzione.

Siamo sempre presi da mille cose che sperimentiamo la difficoltà di seguire tutte le cose della nostra vita, il che significa che c’e’ una carenza di forza lavoro, quindi c’e’ possibilità per la piena occupazione.

Il problema non e’ che manca il lavoro, piuttosto mancano i soldi per pagare la gente che faccia il lavoro,ovvero mancano le unità di misura del lavoro, ma su questo sappiamo che basta che il governo spenda i soldi che crea dal nulla verso i programmi di piena occupazione.

Ma con Lira potremo comprarci il petrolio e l’energia?
Non ho mai sentito parlare di un Paese che non ha potuto comprare il petrolio.
La Turchia aveva il 100% di inflazione , una marea di deficit, ma la gente faceva il pieno.
La lira verrà accettata perché vorranno continuare ad esportare verso l’Italia, tutti i Paesi sono nella corsa alle esportazioni… quindi accetteranno i nostri pagamenti (ndr. ed essendo la Lira sovrana non attaccabile dai mercati finanziari, sarà una monetà più sicura dell’Euro)

Nei vari articoli del trattato dell0 unione europea ci sono punti interpretabili per potere stampare moneta e quindi permettere l’ aumento del deficit degli Stati, ma l’interpretazione di questi articoli viene fatta nella chiave dell’austerity e secondo Parquez dalla visione del cattolicesimo piu’ reazionario.

Con il programma di piena occupazione ci sono lavori transitori che verranno fatti e altri che saranno permanenti. Una volta che alcuni servizi la gente sara’ abituata ad averli vorrai averli sempre…

 

2 Comments

  1. salvatore ha detto:

    Che lavorone la compilazione di questi appunti. Complimenti!

Lascia un commento

*

Pingbacks & Trackbacks

  1. Economia Democratica Diretta » Perchè l’Euro è una trappola, i punti chiave elaborati dal libro - Pingback on 2012/11/16